The Pietrarubbia Group, 1975-2015
bronzo, ferro, acciaio e legno
280 × 1300 × 1300 cm
"L’ideale per me è ambientare le mie sculture tra la gente, le case, il verde, le vie di tutti i giorni. L’opera diviene come una creatura vivente, che muta nel volgere della luce e delle ombre, ma anche nell’incontro con le persone, creando un inconsueto dialogo che lega opera e fruitore. L’opera diviene così patrimonio di tutti e acquista una valenza testimoniale del proprio tempo: riesce a improntare di sé un contesto e lo arricchisce di ulteriori stratificazioni di memoria".

Fotografia di Vaclav Sedy

Università Milano-Bicocca, Milano - in comodato dal 2017