Tavola dell'agrimensore, 1958, I, 1958
bronzo
78 × 58 cm

(scheda 99 del Catalogo ragionato)

Nel 1990 Pomodoro spiega così il titolo di quest'opera: "È un omaggio a Kafka, credo infatti che anche lui fosse un geometra, con la differenza che mentre Kafka lavorava al catasto io lavoravo nella ricostruzione delle case pubbliche o comunali distrutte nel periodo bellico". 
Ed è sempre Pomodoro a precisare: "Nella Tavola dell'agrimensore sono forse in qualche modo legato a Burri. Il pezzo è diviso in due parti: la parte superiore è spaziale, mentre nella parte inferiore vi è inserita una forma ovoidale che vuole rappresentare la nascita della terra. La scultura è anche legata a un ricordo di infanzia: un canneto”.