Orizzonte, 1957, V, 1957
piombo e stagno
57 × 125 cm

(scheda 70 del Catalogo ragionato)

Secondo Guido Ballo (1957) le premesse culturali delle sculture di questo periodo sono da ricercare in autori come Klee, Wols, Gorky e, "per il segno, in alcuni bassorilievi di qualche anno fa, anche di Tobey".
Marco Valsecchi (1958), nel recensire una mostra alla galleria Il Naviglio, conferma questi rapporti culturali ma precisa che in queste opere a Pomodoro non interessano tanto Klee e Tobey quanto la cultura espressionista e, soprattutto, Kline.
Ed è ancora Kline a essere ripreso in sculture come Orizzonte, 1957, V (1957): "Il pezzo ha un’inquadratura orizzontale, come una pennellata di Kline".